Home / Guide e Consigli / Come fare per / Dove posso trovare il codice di migrazione Vodafone?
codice-migrazione-tariffa-it
Tariffa.it confronta le migliori tariffe internet ADSL e fibra ottica disponibili al tuo indirizzo. Verifica ora la copertura!

Dove posso trovare il codice di migrazione Vodafone?

Se sei cliente Vodafone con la connessione internet di casa (anche con il marchio TeleTu) e stai valutando di cambiare gestore, devi sapere che il codice di migrazione è uno degli elementi più importanti per cambiare operatore e evitare inconvenienti nella fase di portabilità della linea.

In sintesi:

✔️ Il codice di migrazione Vodafone (anche per linee TeleTu) è fondamentale se vuoi cambiare operatore.
✔️ Devi comunicarlo al nuovo operatore in fase contrattuale affinché il cambio possa andare a buon fine.
✔️Per evitare inconvenienti, verifica che il tuo codice di migrazione Vodafone sia formalmente corretto.

Stai cambiando operatore sulla linea internet di casa e Ti hanno chiesto il codice di migrazione?
In questo articolo Ti spieghiamo quando dovrai usarlo, dove recuperarlo e come verificarne la correttezza.

Cosa è il codice di migrazione Vodafone?

Il codice di migrazione è codice univoco identificativo di ogni linea internet per casa. Viene generato dall’operatore con cui hai sottoscritto l’attuale contratto internet per casa. Ed è stato introdotto dall’AGCOM come strumento di tutela per i clienti: serve, infatti, a consentire il cambio di operatore nella massima trasparenza e rispetto delle volontà dei clienti.

In pratica ogni compagnia telefonica, ogni qualvolta un utente voglia cambiare operatore della propria linea internet di casa, deve chiedere al cliente sia il numero di telefono associato alla linea internet, sia il codice di migrazione (o codice segreto se è un cliente TIM) in modo da poter avviare il processo di portabilità della linea, disattivando il vecchio contratto con il vecchio operatore e conservando il numero telefonico. Il codice di migrazione è legato al codice fiscale/cliente dell’utente che ha attivato il contratto e al tipo di tecnologia che viene attiva da quel determinato operatore su quella linea.

Puoi trovare facilmente il codice di migrazione Vodafone sia sulla bolletta, sia online nell’area clienti del sito Vodafone.
Se hai difficoltà puoi richiederlo, inoltre, contattando il servizio clienti Vodafone al 190.

Il codice di migrazione deve essere comunicato obbligatoriamente per legge. Tutti gli operatori internet sono tenuti a comunicare ai propri clienti il codice di migrazione in modo da agevolare il passaggio verso un altro gestore, in qualunque momento il cliente lo desideri. Inoltre, durante la fase di migrazione verso il nuovo operatore, al vecchio operatore è fatto divieto di contattare il cliente per proporre offerte commerciali migliorative, per ostacolare o impedire il passaggio di un proprio cliente verso un altro operatore.

Come verificare la correttezza del codice di migrazione Vodafone?

Se sei cliente Vodafone per l’ADSL o la fibra di casa e desideri cambiare operatore è importante che il codice di migrazione comunicato non sia errato.
Se comunichi al nuovo operatore il codice di migrazione sbagliato, infatti, il passaggio non andrà a buon fine.

Il codice di migrazione è una sorta di password. Prima di attivare l’offerta che hai scelto, infatti, il nuovo operatore è obbligato a verificarne la correttezza. Se il codice di migrazione Vodafone che comunichi è sbagliato, il nuovo operatore non potrà procedere con la tua richiesta per cambiare gestore.

Per evitare inconvenienti, quindi, il consiglio è sempre quello di controllare che il codice di migrazione che comunicherai al nuovo operatore sia corretto e privo di errori. Ad esempio, attraverso questo strumento gratuito di verifica sul comparatore Tariffa.it, è possibile verificare la correttezza formale del codice di migrazione o del codice segreto che l’operatore Ti ha fornito.

Come viene calcolato il codice di migrazione Vodafone?

Se hai trovato un codice strano e Ti stai chiedendo se sia proprio il codice che ti serve, Ti spieghiamo come è composto il codice di migrazione. Il codice di migrazione NON è un numero casuale. Ha un suo significato ed è formato da una serie di codici che identificano univocamente una determinata linea attivata da un determinato operatore. Ogni codice di migrazione è così formato:

Codice Cosa significa
COW Sono 3 caratteri alfanumerici che identificano univocamente la compagnia telefonica.
COR Serve a identificare in modo univoco la linea oggetto della migrazione. Tipicamente è il numero di telefono comprensivo di prefisso.
COS Identifica il tipo di tecnologia attiva sulla tua linea ed è composto da un massimo di 3 caratteri compresi tra lo 001 e lo 017, oppure 222 o 999.
M è un carattere di controllo logico per verificare la correttezza formale del codice fornito dal cliente.

Il tuo codice di migrazione Vodafone, per esempio, potrebbe essere simile al seguente: A6G 02123456789 001 B

Dove posso trovare il codice di migrazione Vodafone?

La delibera AGCOM n. 23/09/CIR ha introdotto l’obbligo per gli operatori di pubblicare il codice di migrazione direttamente nel conto telefonico, insieme a tutti gli altri dati identificativi dell’offerta e del cliente. Il modo più veloce per recuperarlo è proprio cercarlo sulla bolletta.

È indicato, in particolare, nel secondo foglio, nella sezione dedicata al Dettaglio dei Costi, accanto al numero di telefono legato al contratto sottoscritto, come nell’immagine di esempio.

Online, invece, puoi trovarlo nell’area clienti Vodafone, nella sezione dedicata ai dati identificativi della tua linea.

Anche sull’app My Vodafone.

Verifica che il codice di migrazione sia corretto! Puoi controllare che sia formalmente corretto con lo strumento di verifica formale del codice di migrazione di Tariffa.it .

Perché il nuovo operatore mi dice che è sbagliato anche se risulta formalmente corretto?

Può accadere che il nuovo operatore verso cui si vorrebbe migrare, nonostante il codice di migrazione sia formalmente corretto, non accetti il codice e non riesca a inoltrare la portabilità di quella linea. Può capitare in caso di limitazioni e/o incompatibilità tecnologiche sulla linea di provenienza della vecchia compagnia telefonica o sulla linea che verrà attivata dal nuovo gestore.

In altre parole, la fattibilità della migrazione di una linea attiva con altro operatore è subordinata ad aspetti molto tecnici relativi alla tecnologia di provenienza (rilevabili dalle 3 cifre del codice COS) e di arrivo (verificando la copertura di rete del nuovo operatore). In alcuni casi l’unica soluzione possibile è quella di cessare/chiudere la linea con il vecchio operatore (rinunciando di conseguenza a quella numerazione telefonica) e attivare una linea ex novo.

Leggi anche

codice-migrazione-tariffa-it

Speed Test internet ADSL fibra Ookla

Tutti vogliamo navigare alla massima velocità possibile. Ma conosciamo davvero le prestazioni della nostra linea? …